SFORZATO con ombra prodotto.jpg

Sforzato blackedition

DOCG

Risultato della vinificazione di uve Nebbiolo lungamente appassite in fruttaio sino a concentrare contenuto zuccherino ed aromi per effetto della disidratazione naturale, lo Sforzato, citato dalla bibliografia con una certa frequenza a partire dal Settecento, è stato introdotto sul mercato nel 1946 da Pietro Plozza.

 

Vino di spessore e di avvolgenze non comuni, riflette con grande sensibilità le caratteristiche pedoclimatiche del territorio valtellinese e mette in luce una sontuosa struttura avvolta da ricordi odorosi di prugna, confettura, frutti rossi e pepe verde accompagnati da un significativo corredo acido-tannico. La maturazione in barrique di secondo passaggio ed in botti di castagno autoctono ne esalta corpo e complessità aromatica: caldo e robusto, in bocca ripropone con coerenza frutta e spezie che convergono in un’elegante persistenza finale.

 

Da provare con assaggi di Bitto stagionato, oppure da bersi a completamento di un grande arrosto o di un filetto pregiato.

vitigno
appassimento
vinificazione


invecchiamento

formato
temp. di servizio

100% Nebbiolo
3 mesi
raccolta e selezione manuale delle uve

3 giorni di macerazione a frreddo, 10 giorni sulle bucce
8 mesi in barrique di rovere francese
24 mesi in botti di castagno
75 cl
20-22° C